Materiali e eco design: bandoxalPRO, la soluzione a basso valore di Carbon Footprint

Materiali e eco design: bandoxalPRO, la soluzione a basso valore di Carbon Footprint

Nella scelta dei materiali per un progetto di architettura, è necessario valutare l’”impronta di carbonio” (CO2) o Carbon Footprint emessa sia in fase di produzione che in quella di costruzione. L’aumento delle attività di trasformazione messe in atto dall’uomo ha portato a un conseguente aumento delle emissioni di gas a effetto serra, estremamente nocivi per l’atmosfera e per l’ambiente oltre una certa soglia. È per questo motivo che è sempre più necessario l’impiego di materiali ecosostenibili, al fine di ridurre le emissioni di gas a effetto serra e contenere i valori di Carbon Footprint.

Per ridurre il Carbon Footprint degli edifici occorre, quindi, scegliere materiali ecosostenibili. Il processo produttivo del rivestimento in alluminio bandoxalPROfavorisce la riduzione delle emissioni di CO2, risparmiando ed ottimizzando risorse e consumi e mantenendo inalterati i requisiti meccanici.

 

BandoxalPRO: materiali per l’eco design pensati per l’architettura

BandoxalPRO, alluminio anodizzato progettato specificamente per l’architettura, è, quindi, un materiale che rispetta molti requisiti della progettazione sostenibile. Vediamo perché.

Innanzitutto, tutti i prodotti della gamma bandoxalPRO sono riciclabili al 100%. Nello specifico, il prodotto HRC73A™ realizzato in collaborazione con Novelis è prodotto con una lega composta al90% da alluminio riciclato. Particolarmente adatto per l’uso nelle facciate ventilate, il suo utilizzo è ideale anche per l’architettura d’interni e il design dei mobili. Il processo di anodizzazione dell’alluminio bandoxalPRO lo rende ancora più resistente alle sollecitazioni meccaniche e alla corrosione, prolungandone così la durata. Inoltre, l’anodizzazione preserva l’aspetto del materiale nel tempo.

 

“Zero waste”: una caratteristica essenziale dei materiali di eco design

BandoxalPRO di Almeco non è solo resistente e durevole. La sostenibilità di questo materiale si basa su un’attenta gestione delle risorse, risparmiando energia, recuperando e riutilizzando l’acqua usata per l’anodizzazione. Inoltre, Almeco ha sviluppato un attento controllo del consumo e dell’autoproduzione di energia grazie a pannelli fotovoltaici e a un cogeneratore (CHP) che permette di utilizzare tutto il calore originato dalla produzione di gas per l’elettricità.

Un’attenzione particolare merita il consumo di acqua per l’anodizzazione. Qui, il procedimento prevede la purificazione delle acque reflue e il loro riutilizzo in un nuovo processo, sempre in un ciclo virtuoso, evitando gli sprechi. Questo ciclo rende bandoxalPRO la prima scelta tra i materiali per l’eco design, assicurando resistenza, durata e sostenibilità. Oltre alla resistenza alle sollecitazioni meccaniche, alla corrosione e alla produzione sostenibile, bandoxalPRO presenta un’eccellente resistenza al fuoco. In caso di incendio, l’anodizzazione – uno strato di ossidazione – impedisce la diffusione del fuoco e la creazione di fumo, rendendo il materiale ignifugo. Questa caratteristica non è strettamente legata al risparmio energetico, ma è indubbiamente necessaria per una progettazione sicura e per garantire la durata dei materiali.

 

BandoxalPRO: raffreddamento naturale per le facciate ventilate

BandoxalPRO è un rivestimento particolarmente adatto anche per la climatizzazione di un edificio. Il materiale ha proprietà riflettenti e, quindi, riduce il riscaldamento quando viene impiegato nella progettazione delle facciate. Di conseguenza, può amplificare il raffrescamento già indotto dalle facciate ventilate, riducendo così la necessità di aria condizionata. Un altro vantaggio che si aggiunge ai requisiti di sostenibilità dell’alluminio anodizzato bandoxalPRO, rendendolo, ancora di più, un materiale per l’eco design.

Tuttavia, quando si parla di design, non ci si può limitare a una valutazione dei requisiti tecnici: anche l’estetica gioca un ruolo fondamentale nella progettazione architettonica. Anche qui, bandoxalPRO può essere la soluzione vincente. L’ampia gamma di finiture per superfici spazia da finiture a specchio lucide e brillanti a finiture satinate o spazzolate, a diversi gradi di rugosità. Le varietà metalliche – oro, bronzo, rame, grigio – sono disponibili in diverse sfumature di colore: sono circa 20 quelle a catalogo, ma sono moltissime le possibilità di personalizzazione. Tutti questi elementi, combinati tra loro, offrono massima libertà progettuale.

Inoltre, il trattamento esalta la resistenza meccanica di bandoxalPRO, rendendolo un materiale che presenta costi di manutenzione molto bassi e un alto valore residuo, da ammortizzare nel tempo. Parlare di materiali per l’eco design, oggi, significa quindi parlare anche di materiali che durano a lungo.

New call-to-action