Facciate in alluminio: 3 applicazioni per migliorare estetica, resistenza e funzionalità

Facciate in alluminio: 3 applicazioni per migliorare estetica, resistenza e funzionalità

In architettura, la progettazione di facciate in alluminio è una scelta che porta a numerosi vantaggi. L’alluminio è un materiale che resiste alle sollecitazioni più estreme e rappresenta il migliore alleato nel mondo delle costruzioni: durevole e sicuro, esteticamente personalizzabile e malleabile, sostenibile ed energeticamente efficiente, con caratteristiche tecniche e performance elevate. L’alluminio è tra i materiali più adatti per la valenza estetica, la resistenza e la funzionalità degli edifici. Sono varie le applicazioni possibili, sia in termini strutturali che di rivestimento.

Architetti e designer di tutto il mondo hanno sperimentato differenti modalità di utilizzo dell’alluminio in facciata collaborando con le aziende alla creazione di superfici personalizzate per forma e dimensione, in grado di adattarsi a diversi contesti senza interferire con l’ambiente circostante o contrariamente per diventare punti di riferimento dal grande impatto estetico.

 

1. Ristrutturare per riqualificare e creare nuove opere

Uno dei grandi temi nel mondo dell’edilizia degli ultimi anni è quello della ristrutturazione: il recupero del nostro patrimonio edilizio è fondamentale per contenere l’utilizzo del suolo da destinare a nuove costruzioni, ma soprattutto per recuperare una grande ricchezza architettonica che ancora può esistere ed evolversi.

L’alluminio può rappresentare la scelta ideale per riqualificare le facciate degli edifici e consente di valorizzare gli immobili anche in ottica di risparmio energetico e riduzione delle spese di riscaldamento e climatizzazione con l’adozione di facciate ventilate. Se nel campo della ristrutturazione edilizia molte sono le possibilità di applicazione dell’alluminio per conferire stabilità, efficienza e nuove vesti alle costruzioni, nell’architettura contemporanea e nella realizzazione di nuovi edifici il suo utilizzo tradizionale può essere anche affiancato da soluzioni creative, vere e proprie opere d’arte di design. Le facciate delle nuove architetture in tutto il mondo ne sono una grande dimostrazione.

 

2. Progettazione e rivestimento delle facciate in alluminio

Nella progettazione della facciata di un edificio, i rivestimenti in alluminio si suddividono in differenti tipologie che possono essere riassunte in lamiere, doghe e lastre.

Gli elementi di grande formato, le cosiddette lamiere, sono ideali per la realizzazione di strutture di grandi dimensioni e per la creazione di architetture iconiche. Possono essere lavorate, infatti, attraverso diversi procedimenti che le rendono ondulate, grecate, forate o decorate, secondo il gusto e l’estro degli architetti e dei committenti. Questo genere di formato consente di assecondare le realizzazioni di forme più stravaganti fino ad ottenere sagome sinuose e plastiche.

Anche le doghe si distinguono per la capacità di seguire il profilo degli edifici in modo flessibile. In questo caso, però, hanno forme di ridotte dimensioni in larghezza, mentre possono raggiungere lunghezze notevoli. Diventano, così, dei pannelli di considerevole estensione, che caratterizzano l’edificio per l’effetto minimale senza soluzione di continuità.

Rispetto alle due tipologie appena descritte, le lastre sono normalmente caratterizzate da uno spessore maggiore e dimensioni minori.

 

3. Personalizzazione e facciate continue

Il rivestimento delle facciate in alluminio consente agli architetti di creare vere e proprie opere di design. Le facciate continue sono un esempio straordinario di come questo materiale possa rendere gli edifici attraenti e performanti. Leggeri e continui, gli involucri accrescono il valore estetico e commerciale dei progetti, dando vita a edifici unici e dal grande impatto visivo. I pannelli in alluminio possono essere completamente personalizzati sia in termini di forma che di finiture. Spazio, allora, a scelte cromatiche innovative, che colpiscono per audacia o che, al contrario, si integrano in modo armonico nel paesaggio.

I pannelli in alluminio creano giochi di luci e ombre quando sono applicati su facciate asimmetriche: affiancati e composti come un puzzle, creano delle vere e proprie sculture luccicanti.

L’alluminio anodizzato, in colorazioni diverse, non deve essere necessariamente di forma squadrata: è possibile, infatti, ricavarne forme geometriche varie, come ad esempio dischi, per disegnare e costituire imponenti facciate dall’aspetto cangiante.

Progettare le facciate significa anche tradurre in realtà la maestria artigianale di incastonare geometrie di alluminio sulle architetture che, in questo modo, diventano speciali e resistenti alle intemperie e al trascorrere del tempo.

New call-to-action